• Facebook Social Icon
  • Instagram Social Icon
  • Pinterest Social Icon

VinNatur Genova 2016

La due giorni genovese di VinNatur si chiude con successo registrando un boom di visitatori che, noncuranti delle intemperie di stagione, sono giunti al Palazzo della Borsa Valori; riposti gli ombrelli ed armati di calici, ha inizio la degustazione di oltre 70 vini naturali.

"Ma che cos’è VinNatur?"

L’Associazione VinNatur nasce nel 2006 dall’esigenza di unire piccoli produttori di vino naturale, italiani ed europei, in un solo gruppo con l’obiettivo di far conoscere i propri prodotti e unire ed ampliare le proprie conoscenze in viticoltura ed enologia naturale.

E grazie a questo ritrovato e sano rapporto con la terra, non ci siamo stupiti di incontrare tra i produttori presenti, chi oltre al vino si dedica all'allevamento del maiale nero, o chi stanco della solita vittà di città, ha abbandonato tutto per aprire un wine resort.

Al via con la degustazione!

Tra i nostri assaggi:

  • Masseria Starnali, azienda a regime biologico che si estende per 40 ettari destinati alla coltivazione di vino, olio e castagne tra il monte Caruso e il golfo di Gaeta ai confini del parco nazionale di Roccamorfina, dalla parte che guarda il Lazio

  • Abbiamo degustato il Maresa 2014 a base falanghina affinato per 6 mesi in acciaio sulle proprie fecce caratterizzato da interessanti profumi, buona acidità e salinità.

Il Conte di Galluccio 2009 prodotto con aglianico viene affinato 12 mesi in tonneaux francesi. Vino ampio che esprime tutta la forza del vitigno

  • Carussin di Bruno Ferro, la cantina si trova a San Marzano Oliveto, un piccolo comune situato sulle colline tra Nizza Monferrato e Canelli, la coltivazione dei vigneti è condotta col sistema biodinamico, al fine di ottenere vini naturali, fedele espressione di questo magnifico terroir.

Ci ha colpito piacevolmente la barbera Lia Vi 2014, dal bel colore rosso rubino, profilo aromatico caratterizzato da intensi sentori fruttati, goduriosa ed estremamente bevibile

  • Fattoria Mondo Antico, una bella realtà situata nel comune di Rocca Susella sulle colline dell'Oltrepò Pavese. Produzione Biodinamica che interessa i vitigni Chardonnay, barbera, pinot nero, croatina e uva rara.

La croatina Agenore 2014, circa 3000 bottiglie prodotte, colore rosso rubino intenso con un leggero riflesso porpora. Si coglie un profumo di ciliegia e marasca, quasi terroso e minerale. Al palato si sente un frutto che si fa sempre più succoso.

  • Vigneti di Camparino, tenuta posta in frazione Santa Maria di Lignano, sulle colline di Assisi e precisamente all’interno del Parco del Monte Subasio, 10 gli ettari coltivati a sangiovese, gamay, colorino, procanico e Uva fumaiola .

Interessante il Rosso del sole 2014 a base Gamay con il suo caratteristico metodo di affinamento per tutto l'inverno in damigiane da 50 litri. Vino ben fatto con intensi profumi di frutti rossi, di medio corpo e fresco in bocca.

  • Weingut Radoar, Maso biologico quello di Edith e Norbert Blasbichler di Velturno che dal 1997 praticano la coltivazione biologica prestando attenzione a sostenibilità e biodiversità. I loro vigneti crescono fino ad un altitudine di 900 m e hanno raggiunto un’ età superiore ai 40 anni di vita.

Il suo vitigno è il Muller Thurgau infatti, ci presenta una versione base ben fatta ma quello che spicca è il Vigneto delle Dolomiti Muller Thurgau “Etza” interpretazione estrema del vitigno proveniente da vecchie vigne di alta quota. Vinificazione in acacia dal colore paglierino che tende all’oro, sorso minerale, elegante, trama fine. Il suo rosso è prodotto con il vitigno di origine austriaca zweigelt dotato di un naso di spezie, frutti, fiori e un sorso succoso e godereccio

  • Podere Borgonucci, 12 ettari coltivati in regime biodinamico situato a Peccioli nella Valdera.

Vini sia rossi che bianchi in particolare il Cantore 2012 un blend di sangiovese, canaiolo, malvasia nera e ciliegiolo tipico della migliore tradizione toscana. Tutta la vinificazione viene condotta in tini di cemento e successivamente il vino viene parzialmente affinato in tonneaux di rovere prima di passare in bottiglia dove viene affinato per ulteriori tre mesi.

Interessante anche l'Era 2013 ottenuto da una selezione dei vitigni Trebbiano e Malvasia con fermentazioni in vasche di cemento e parzialmente in tonneaux di rovere.

  • Cavallino di Maule Sauro, giovanissimo imprenditore agricolo, nel 2010 reimpianta i vigneti di famiglia sulle colline calcaree dei Colli Berici, e di Gambellara. I vitigni a bacca rossa sui Colli Berici: Merlot, Cabernet Sauvignon ed infine Tocai Rosso; sui terreni vulcanici di Gambellara i vitigni a bacca bianca: Garganega, Sauvignon, Pinot Grigio e Durella. Inizia a vinificare con l’annata 2011, facendosi ispirare ed aiutare da Angiolino Maule.

  • Di notevole spessore ed elegante la sua Pri Garganega 2014.

  • Rocco di Carpineto, Lidia Carbonetto e Paolo Baretta hanno vinto la loro sfida di lasciare Milano e venire a Carpineto a produrre vino.

Conosciuti per il loro dolcetto di Ovada a noi ha colpito la loro barbera Ratataura otenuta dalle uve dei vigneti “Gaggero “ e “Vicario” con età media di 40 anni e rese bassissime. Matura poi per almeno 20 mesi, in un mix di giare di terracotta e di legni (botti da 15 hl, tonneaux, barriques) prevalentemente non di primo passaggio.

  • Dos Tierras, azienda creata da Pierpaolo e Beatriz , coppia italo/spagnola che fanno dell’accoppiata nero d’avola - tempranillo il loro punto di forza.

Notevole è il loro vino bianco, Grillo Verde, frutto della loro sperimentazione a base di Grillo e Verdejo che viene affinato per breve periodo in legno usato e raggiunge una graduazione di 14,5%. Sentori netti e puliti, buon corpo e ottima acidità.

  • Ca Lustra, azienda condotta da Franco e Marco Zanovello che coltivano 25 ettari di vigneto con le uve piu' tipiche dei Colli Euganei; Merlot, Carménère e Cabernet Sauvignon, Moscato Bianco e Fior d'Arancio, ma anche Manzoni Bianco, Chardonnay, Tocai e Garganega

Proprio con il merlot fanno il Sassonero che affina per tre anni in tonneaux e botti grandi. Color rosso rubino intenso, al naso si apre con frutto di marasca e mora e continua con note calde e speziate , morbido e persistente in bocca.

  • Soc. Agr.Rabasco, azienda che ha fatto della biodinamica il loro credo, non lontani da Loreto Aprutino sede di grandi vignaioli.

Montepulciano in primis ma poi trebbiano affinato in damigiane da 54 litri e soprattutto rosato cancelli 2013 proveniente da uve a tendone con piu' di 40 anni di età dotato di un frutto succoso al naso e in bocca.

#vinnatur #genova #vininaturali #recensioni

about

Due Uova in Camicia

CI TROVI ANCHE QUI

  • Facebook Social Icon
  • Instagram Social Icon
  • Pinterest Social Icon

ULTIMI POST

INSTA-MOMENT

TI POTREBBERO INTERESSARE:

1/1

CI TROVI QUI:

© 2016 by Due Uova in Camicia